Progetto INTEGRA

 

Rete transfrontaliera per le donne migranti: integrazione sociale, salute sessuale e riproduttiva

finanziato dal programma Interreg V-A Italia-Slovenia 2014-2020

 

Il progetto intende affrontare un argomento finora poco esplorato: le conseguenze sulla salute sessuale e riproduttiva delle donne migranti di pratiche tradizionali nocive, quali i matrimoni forzati e le mutilazioni dei genitali femminili, nonché le ricadute sul sistema sanitario.

INTEGRA prevede una prima fase di assessment interdisciplinare del fenomeno, la formulazione di nuovi protocolli e linee guida per gli operatori socio-sanitari e per i mediatori culturali, la creazione di nuovi indici di salute e di integrazione sociale. È prevista una formazione specifica e innovativa nel campo della «salute interculturale».

Capofila: 

- Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali (DiSPeS) in collaborazione con il Dipartimento Universitario Clinico di Scienze Mediche Chirurgiche e della Salute (DSM) – Università degli Studi di Trieste

Partner:

- Univerza na Primorskem - Fakulteta za vede o zdravju

- I.R.C.C.S. materno infantile Burlo Garofolo

- Bolnišnica Postojna

Partner associato:

Associazione Nazionale Oltre Le Frontiere - ANOLF Trieste

 

Finanziamento: programma Interreg V-A Italia-Slovenia 2014-2020

Periodo: ottobre 2017 – marzo 2019

 

Gruppo di lavoro UniTS:

Prof. Giovanni Delli Zotti (referente) - DiSPeS

Prof. Sara Tonolo - DiSPeS

Prof. Moreno Zago - DiSPeS

Prof. Teresa Tonchia - DiSPeS

Prof. Davide Monego - DiSPeS

Dott. Ornella Urpis - DiSPeS

Prof. Giuseppe Ricci - DSM

Dott. Gina Cervi - DSM

Prof. Roberta Altin - Dipartimento di Studi Umanistici - DISU e C.I. Migrazioni e Cooperazione Internazionale allo Sviluppo Sostenibile - CIMCS

 

Gestione amministrativa: Rossana Rosario, Giulia Ghiretti, Fabio Focassi, Luisa Delle Vedove, Carmen Alberti

Ultimo aggiornamento: 14-09-2018 - 09:54